Ritrovare il proprio equilibrio attraverso piacere, presenza e ascolto

Scritto da il Giugno 6, 2022

Quanto sei in controllo della tua vita?

Spesso le nostre vite sembrano davvero viaggiare alla velocità della luce. Siamo sempre di corsa, pieni di impegni, scadenze e progetti da portare avanti. La famiglia, i figli, il lavoro, gli amici. Ognuno pretende qualcosa da noi e a volte siamo travolti dalla sensazione di non essere più in controllo della nostra vita.

Così, per scelta o necessità, viviamo in una costante situazione di stress, che può sfociare in affaticamento mentale, o peggio in un vero e proprio burn out, caratterizzato da esaurimento emotivo, irrequietezza, apatia, depersonalizzazione e/o senso di frustrazione.

 

La soluzione a portata di mano

Per quanto a volte possa sembrare impossibile, la soluzione c’è ed è a portata di mano.

Nel precedente articolo abbiamo illustrato i principali benefici del Forest Bathing (Shinrin-yoku) dal punto di vista scientifico, evidenziando come sia una pratica in grado di favorire uno stato di rilassamento e generare un benessere fisico, mentale e spirituale.

Oggi, invece, vogliamo focalizzarci su alcuni aspetti di fondamentale importanza per chi vive situazioni di stress, affaticamento mentale o burn out. Si tratta di principi alla base dei laboratori esperienziali di connessione con la Natura organizzati da Forest Bathing Liguria, che adesso vedremo insieme più nel dettaglio. Ascolta qui il podcast.

 

Rallentare

Quando ci sentiamo completamente esausti, il primo passo da fare per ricaricare le batterie è sicuramente quello di rallentare.

E come farlo?

Il modo migliore è utilizzare il corpo: spostare l’attenzione dal nostro flusso di pensieri e portarla sul corpo ci permette di riprendere il controllo e iniziare a rallentare, invitando progressivamente la mente a fare lo stesso.

Mettere il focus sul nostro corpo ci apre inevitabilmente all’ascolto di noi e del nostro sentire, ed è un passaggio propedeutico per muoversi verso uno stato di presenza consapevole.

Camminare lentamente, senza meta, con un filo di attenzione sul respiro, può essere il giusto inizio per costruire le fondamenta di un’esperienza capace di generare un senso di tranquillità, pace e benessere.

 

Piacere

Un secondo aspetto di fondamentale importanza è la ricerca del piacere.

Intanto, perché la ricerca del piacere implica la necessità di approfondire ulteriormente il livello di ascolto di noi e delle nostre sensazioni. Chiederci “Che cosa mi può dare piacere adesso?” porta inevitabilmente a guardarci dentro e iniziare a prenderci cura di noi.

In secondo luogo, stare nel piacere è una condizione che consente di aprirci ad un’esperienza, viverla pienamente, favorendo uno stato di presenza consapevole e allontanandoci da pensieri negativi e preoccupazioni.

Un esempio?

Pensate all vostra vita: quando siete immersi in un’esperienza piacevole, siete completamente dentro la situazione che state vivendo e anche la percezione del tempo sembra essere diversa. Al contrario, quando qualcosa non va, siete infastiditi da un qualche malessere o vivete una situazione di disagio, tendete a chiudervi e iniziate a dare sempre più spazio al vostro dialogo interno, allontanandovi da uno stato di presenza consapevole.

 

Vivere il qui e ora

Quindi “rallentare” e “ricerca del piacere” sono due punti di partenza imprescindibili attraverso cui muoversi in direzione di uno stato di presenza consapevole, il famoso qui e ora.

Ma cosa intendiamo quando parliamo di “muoversi in direzione di uno stato di presenza consapevole”?

Semplicemente vivere pienamente il momento presente, essere dentro ciò che ci sta facendo e non altrove. Significa sapere cogliere sensazioni ed emozioni che ci attraversano. Significa interagire con l’esperienza che stiamo vivendo, senza distrazione alcuna.

E un grande alleato su cui possiamo contare per preservare uno stato di presenza consapevole è sicuramente il respiro.

 

Ascolto e percezione sensoriale

È qui che entrano in gioco altri due fattori determinanti come l’ascolto e la percezione sensoriale: il primo, l’ascolto, è una conseguenza diretta dello stato di presenza consapevole di cui abbiamo appena parlato. Il secondo, la percezione sensoriale, è uno strumento attraverso cui possiamo arricchire la nostra esperienza e renderla davvero speciale.

Ricordate la definizione di Forest Bathing che abbiamo condiviso nel precedente articolo, “Immergersi nell’atmosfera della foresta, fare esperienza della foresta attraverso i sensi”?

Ecco che adesso è forse più semplice comprenderne a fondo il significato: una volta che abbiamo rallentato, siamo nel piacere, in uno stato di presenza consapevole e ci siamo aperti all’ascolto di tutto ciò che si muove dentro e fuori di noi, è proprio attraverso l’attivazione della percezione sensoriale (anche oltre i 5 sensi come ci fa notare Amos Clifford) che possiamo finalmente immergerci nell’atmosfera della foresta e vivere un’esperienza fuori dall’ordinario.

 

Un tempo sospeso

Ed è questo insieme di fattori che trasformano laboratori esperienziali di connessione con la Natura come quelli di Forest Bathing Liguria in qualcosa di davvero speciale. Esperienze che sembrano veramente essere sospese fuori dal tempo, in cui la percezione stessa della realtà cambia.

Ma non si tratta di una magia, semplicemente di una conseguenza logica dettata da una condizione, uno stato di coscienza particolare in cui ci troviamo a vivere e relazionarci con noi stessi e la Natura.

Come dice il Professor Qing Li, a un certo punto è come se entrassimo in Comunione con la Natura e la sensazione che si prova è davvero quella di essere tornati a casa.

Al di là dei benefici fisici che abbiamo enunciato la volta scorsa, praticare il Forest Bathing ci permette di entrare in uno stato di pace, relax e benessere. Respiriamo e sentiamo di essere completamente allineati al ritmo delle Natura.

E possiamo dare spazio a quella parte di noi, spesso soffocata nella nostra quotidianità, che finalmente riemerge e si prende il suo spazio. Quella parte che sa entrare in armonia con la Natura. Quella parte capace di provare emozioni meravigliose.


Traccia corrente

Titolo

Artista

Background